Menu
VITIGNI

Vitigni: la Schiava

Oggi è tra i vitigni autoctoni del Trentino Alto-Adige ma la sua storia è lunga e ancora poco chiara, nonostante si ritenga che il suo arrivo in Italia sia stato in concomitanza con l’invasione Longobarda del 568. Ancor meno chiara è l’etimologia del nome, la quale, in definitiva, è riconducibile alla forma di allevamento a cui il vitigno Schiva era sottoposto, ovvero in filari (costrette – schiave). Le varietà di Schiava oggi più diffuse e conosciute sono: la Schiava grossa (Margellana o Patriarca) con il grappolo grande, la Schiava gentile con il grappolo piccolo e la Schiava grigia. Nonostante le tipologie ed i “biotipi” di Schiava siano numericamente maggiori delle tre precedenti, le sue caratteristiche di trasformazione si possono accomunare nella seguente sintesi: vini dal colore poco intenso e di poca forza, caratteristica che spesso porta i produttori ad usare altri vitigni per conferire finezza al vino. Dal punto di vista ampelografico, invece, le varietà sopra citate si presentano:

  • Schiava grossa: la foglia è grande, pentagonale e trilobata; il grappolo è grande, tronco-conico, compatto e alato. La bacca, appunto, “grossa” è scura – tendente al nero-blu.
  • Schiava gentile: ha foglia media, orbicolare mentre il grappolo è medio, piramidale ad ala, spargolo con peduncolo lungo e sottile. La bacca è di colore blu-viola.
  • Schiava grigia: anch’essa ha foglia media, pentagonale, trilobata (o intera). Il grappolo è medio, piramidale allungato e spargolo. La bacca, media, ha colore blu grigio.

Per tutte e tre le tipologie, inoltre, c’è una ricca presenza di pruina e la raccolta avviene verso la metà di settembre.

DOC Trentino: Alto Adige sudtirol, DOC Lago di Caldaro

Le migliori trasformazioni di Schiava su Vino75.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Per continuare accetta l'informativa sulla cookie policy Dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close